quasituttodigiulia.it logo

Lago Baikal "Cristalli di ghiaccio", febbraio 2020

Le date
1-9 febbraio
10-18 febbraio
19-27 febbraio

A partire da 2950 euro

Programma del tour: 9 giorni, 8 notti.
minimo 5 persone

Il viaggio è organizzato insieme con il tour operator Hidden World Travel

Il tour include:
1. Transfert dall'aeroporto (all'andata e al ritorno).
2. Soggiorno in camera doppia ad Irkutsk e nelle altre location. Supplemento singola a richiesta.
3. Tutte le uscite fotografiche con fuoristrada 4x4.
4. Overcraft due giorni.
5. Assicurazione compresa: annullamento viaggio, malattia e spese mediche (massimale 30.000), danno e furto bagaglio.

Il tour non include:
1. Tutti i pasti giornalieri (circa 150 euro).
2. Visto turistico per la Russia.

La partenza dall'Italia deve avvenire il giorno prima.

1 giorno
Arrivo dei partecipanti a Irkutsk in mattinata. L'ora locale è +7 rispetto all'Italia.
Sarà organizzato il transfert dall'aeroporto in hotel. Nostro hotel è il pieno centro di Irkutsk. Ci si incontra e ci si conosce tra i partecipanti. Passeggiata nella città siberiana, street foto e acquisti di souvenir al mercato locale.

Cena libera.

2 giorno
Partenza dopo colazione da Irkutsk per il lago Baikal con il 4x4 (circa 2 ore di macchina). Questa volta andremo al sud del lago e cominciamo scoprire dei posti nuovi e bellissimi promontori. Ci aspetta un hovercraft per portarci sul lago aperto cosi detto Mare Grande dove ci sono le lastre di ghiaccio altissimi e dove non si vede il confine della superficie del lago.

Ecco le località che ci aspetteranno:
- Promontorio Goloustnaya
- Baia Peschanaya (dove ci sono le alberi con i trampoli)
- Baiai Akademicheskiy
- Baia Babushka
- Promontorio Bugul'deyka
- Bocca del fiume Anga
- Baia Aiya

Ci saranno due giorni di avventura su hovercraft dove nessuna macchina può arrivare. La prima notte sul lago ci fermeremo in un guest house dove dobbiamo preparaci la cena per noi. Dopo cena possiamo uscire per fotografare il cielo notturno scegliendo come primo piano alberi piegati dal vento.

L'alba faremo nella Baia Peschanaya.

Durante la giornata ci fermeremo nei punti più belli, vedrete dei promontori dal punto più privilegiato. Alla famosa Baia di Aiya possiamo fare piccolo trekking per salire sopra per fare delle foto del promontorio.

3-7 giorno
Alla fine dei due giorni dopo aver fotografato il tramonto arriveremo in hotel sul promontorio Hadarta. Prossime 5 notti stiamo all'hotel Hadarta. Un albergo confortevole, con il ristorante con dei piatti buoni del posto, albergo ha una sauna alla russa. Il resto del tour faremo con la macchina 4x4, sempre alla nostra disposizione e riscaldata.

Le giornate cominceranno con uscite all'alba alle 6.45, verso le 10.00 si farà colazione, dalle 11.00 fino le 15 avremmo qualche ora di riposo, nelle quali possiamo scaricare e vedere quali foto vogliamo rifare e tornare sul posto. Poi intorno alle 15 si riparte per il tramonto, fotograferemo le grotte di ghiaccio, striature naturali e spaccature sul ghiaccio verso le isole. Andremo nei punti panoramici. Sceglieremo dei punti per fare il tramonto, e poi per chi è interessato con il buio faremo un paio d'ore le foto notturne.

Dal promontorio Uyuga andiamo a fotografare svariate isolette nel raggio di 3/4 km. Tra le quale: Oltrek, Ogoy, Kobyliya Golova (testa di cavallo), Tsagan Khushun, Hubyn, roccia Tre Fratelli, promontorio Hoboy, Harantsy, Shamanka e altre isolette e posti con le grotte di ghiaccio.

Ogni sera il tramonto lo faremo in punti diversi. Uno di questi all'ore blu sull'isola Ogoy vedremo un luogo importante per il buddismo.

Andremo a Huzhir, il villaggio più grande dell'isola Olhon. Olkhon è la più grande isola sul lago Baikal, prevalentemente rocciosa, con foreste, steppa, taiga e anche una parte desertica. È considerata uno dei luoghi sacri dell'Asia centrale. Nell'est dell'isola alcuni strapiombi sono profondi fino a 80 metri, ma in altre aree il terreno degrada dolcemente verso il lago. Nella costa occidentale si trova la celebre Rocca dello Sciamano. Gli abitanti dell'isola sono circa 1500, concentrati nel villaggio di Huzhir. Tutto il territorio di Olkhon è compreso nel Parco Nazionale e Naturale. Nel villaggio potremo fotografare le case tipiche di legno siberiano e le navi intrappolate dal ghiaccio.

Colazione, pranzo e cena ci prepareranno nel nostro albergo.

8 giorno
Partenza e rientro ad Irkutsk. Sistemazione in hotel.

9 giorno
Partenza da Irkutsk per l'Italia.

Note
Il programma può variare a seconda delle condizioni climatiche.
Preparatevi a svegliarvi all'alba per scattare alle prime luci del sole che si rispecchia tra il ghiaccio del Baikal. La stessa cosa ci aspetta al tramonto; ma lo spettacolo continua anche con il crepuscolo e poi la notte, quando con le stelle si illumina tutto il cielo. Siccome saremo lontani dai grossi centri abitati, avremo la possibilità di ammirare le stelle senza inquinamento luminoso. Specialmente nelle notti calme è divertente usare le torce per fare illuminare il ghiaccio.

Sistemazione in camere doppie. Supplemento singola a richiesta.

Consigli
Siccome il clima sul lago a febbraio è piuttosto rigido (fino a -25 C) e ci potrebbero essere dei venti forti è consigliato vestirsi con abiti pesanti antivento, antipioggia e portare con sé abbigliamento termico. Un cappello che copre le orecchie, doppi guanti pesanti, giubbotto pesante, felpa, maglione caldo, pantaloni imbottiti, termo calze, occhiali da sole, crema per le labbra, passamontagna e scalda collo. Potete portare con voi scaldamani (si possono comprare nei negozi di articoli sportivi). Non dimenticate i ramponcini per gli scarponi e copriginocchia.

Attrezzatura fotografica:
un corpo macchina
ottiche (dal grandangolo, macro, medio-lungo tele)
cavalletto
batterie di ricambio
schede fotografiche
telecomando
kit di pulizia lenti e sensore
filtri polarizzatore, GND, ND
computer per scaricare le foto o dischi esterni.
torce frontali
Share
Link
https://www.quasituttodigiulia.it/lago_baikal_cristalli_di_ghiaccio_febbraio_2020-a7353
CLOSE
loading